Napoli in rivoluzione, ma i tifosi non ci stanno

4' di lettura 15/06/2022 - Tra conferme e possibili addii, il Napoli sembra poter rivoluzionare la propria rosa, anche se questo sembra non incontrare dei tifosi, visto che la squadra perderebbe tasselli importanti e difficili da sostituire.

Dopo l’addio di Insigne, volato al Toronto, la società è già al lavoro per completare il reparto offensivo e cercare di sbrogliare diverse trattative che sono, fino a questo momento, ferme e si fanno sempre più complicate. D’altro canto, il riscatto di Zambo Anguissa e il rinnovo di Juan Jesus fanno tirare un sospiro di sollievo sia ad Aurelio De Laurentiis che a Luciano Spalletti, confermato come allenatore.

Rivoluzione in casa Napoli: trattative in entrata e in uscita

La rivoluzione in casa Napoli sembra già essere cominciata e questo porterà gli azzurri a “stravolgere” completamente la rosa e le gerarchie, con molti giocatori in partenza e altri pronti ad arrivare in Campania e dunque a dare il proprio contributo alla causa. Un mercato estivo che coinvolgerà differenti squadre italiane che si ritroveranno a gestire nuovi elementi e a cambiare, di conseguenza, anche il proprio modo di giocare e probabilmente anche il proprio modulo, fattore da non sottovalutare in ottica campionato e rendimento. Di novità e agitazione di campionato, ne risentono già anche le quote scommesse, come si po' già notare su Rabona Bet.

Fra le trattative in entrata c’è da soffermarsi su due calciatori che saranno del Napoli dal 1 Luglio 2022, si tratta di Khvicha Kvaratskhelia e Mathias Olivera. Il primo lascerà così la Dinamo Batumi e il secondo saluterà invece il Getafe; il centrocampista georgiano (che può coprire anche il ruolo di attaccante) e il difensore uruguaiano arrivano così dopo un affare che è costato alla società campana ben 22 milioni di euro, 10 per il primo e 12 per il secondo. Di sicuro sono acquisti di prospettiva data la giovane età, classe 2001 e 1997, ma la tifoseria non è del tutto soddisfatta dei primi arrivi. Si segue anche il profilo di Wilfried Gnonto, attaccante della nazionale italiana che aveva già messo in mostra un ottimo potenziale con FC Zurigo e con la Nazionale U19. Con l’Italia di Mancini, in poche gare, ha dimostrato il proprio valore, facendo un assist all’esordio e segnando nell’ultimo match contro la Germania, partita persa 5-2 ma che ha visto Gnonto diventare il più giovane giocatore a segnare un gol nella storia della nazionale azzurra.

Riscattato, per 15 milioni di euro, Zambo Anguissa dal Fulham e rinnovato Juan Jesus, si lavora al rinnovo di Alex Meret, che ha espresso la sua volontà di restare al Napoli. Diversa – e più complicata – la situazione che coinvolge Ospina, Koulibaly, Fabian Ruiz e Mertens. I quattro giocatori in forza al Napoli non sembrano intenzionati a voler vestire ancora la maglia dei partenopei e, vista la fase di stallo che stanno vivendo con la società, appare facile immaginare che vadano via, anche per le molte richieste. Il difensore senegalese è stato accostato a PSG, Juventus e Barcellona, quest’ultimo in vantaggio su tutte, prima scelta del giocatore. L’attaccante belga è seguito da diverse squadre, mentre il portiere colombiano potrebbe andare all’estero e lasciare la sua eredità allo stesso Meret, costringendo però il Napoli a prendere un altro portiere. Per Fabian Ruiz situazione analoga, con il mancato rinnovo che gli lascia il via libera per decidere il suo futuro.

Altro nodo da sbrogliare è quello di Victor Osimhen. Il possibile addio dell’attaccante nigeriano spaventa – e non poco – i tifosi che hanno imparato ad amarlo e a gioire ad ogni suo gol. Con l’addio di Insigne e la possibile perdita di Mertens, gli azzurri si ritroverebbero a dover ricostruire, in poco tempo, tutto il reparto offensivo. L’attaccante della Nigeria è seguito da moltissime compagini e potrebbe cedere alle lusinghe dei club inglesi, per giocare in quello che si presenta come il miglior campionato europeo, ovvero la Premier League.

Il Napoli si ritrova così in piena rivoluzione, tra acquisti e cessioni da gestire nel miglior modo possibile, cercando anche di chiudere le trattative in poco tempo, in vista del ritiro e dell’inizio della stagione, già a metà Agosto.






Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2022 alle 16:12 sul giornale del 15 giugno 2022 - 43 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbkM


logoEV